Virtus di Redazione , 20/03/2021 17:34

Fresco: Teniamo i piedi per terra, non dobbiamo sottovalutare il Fano

Luigi Fresco

Momento complicato in casa Virtus Verona, lo sa bene anche Gigi Fresco. La partita col Fano (domenica, stadio Gavagnin-Nocini ore 15.00) diventa uno spartiacque: l'obiettivo è mettersi alle spalle, con il ritorno ad un risultato positivo, il momento no che dura ormai da cinque giornate. A denti stretti, dispiaciuto più che preoccupato, il presidente allenatore rossoblu ha così anticipato la partita del Gavagnin Nocini: 

"Se fino a qualche settimana fa le cose andavano per il verso giusto, adesso ci gira tutto storto. A Mantova ne abbiamo avuto la conferma perdendo in maniera a dir poco rocambolesca una partita immeritatamente, contro un avversario che non ha fatto chissà cosa ma che alla fine è riuscita a segnarci ugualmente tre gol. Ci sono degli errori da matita rossa, su questo non possiamo far finta di niente. Quello che più mi preoccupa è l'aspetto mentale. Ci siamo disuniti, domani servirà soprattutto spirito di squadra e voglia di sacrificio se vogliamo invertire la rotta e tornare a fare risultato". 

Fresco in questo momento non vuol sentir parlare di classifica: "Dobbiamo tornare con i piedi ben saldi a terra. Le sconfitte a volte possono rivelarsi utili. Guai a sottovalutare l'avversario, non ce lo possiamo permettere". 

Capitolo formazione: la buona notizia è che contro il Fano tornerà Riccardo Cazzola dopo aver scontato tre giornate di squalifica. Ancora fuori Zarpellon, Manfrin e Amadio con quest'ultimo che potrebbe ritrovare un posto in panchina domenica prossima nella trasferta di Carpi: "Qualcosa rispetto a mercoledì cambieremo ancora, non nel modulo di gioco. Per uscire dal momento no utilizzeremo le stesse armi che ci hanno portato a mettere insieme nove risultati utili consecutivi".