Hellas Verona di Andrea Faedda , 11/04/2021 16:49

Milinkovic-Savic beffa l'Hellas nel finale: 0-1 al Bentegodi

Bentegodi vuoto

Delusione Hellas proprio alla scadere nel match contro la Lazio. A rompere gli equilibri un colpo di testa di Milinkovic-Savic al 2′ minuto di recupero, quando il match era ormai incanalato sullo 0-0. Gara equilibrata per tutti i 90′, ma nel primo tempo si sono verificate le occasioni più nitide: palo di Immobile al 23′ e quasi gol di Faraoni su assist di Lazovic al 35′. Ad inizio ripresa, rete di Caicedo per gli ospiti, ma l’arbitro Chiffi annulla per fallo (manata in faccia) dello stesso attaccante su Magnani. La gara prosegue sui binari dell’equilibrio, succede ancor meno rispetto al primo tempo e le forze fresche dalle panchine servono a poco. Mentre tutti aspettano il triplice fischio finale, ecco la rete laziale di Milinkovic-Savic (92′) che beffa gli scaligeri. Sabato 17 aprile, il Verona sarà ospite della Sampdoria alle ore 15.

——————-

Fine match

90+2′, GOL-LAZIO: Milinkovic-Savic, gol di testa. Lancio da centrocampo, palla in area e testa di Milinkovic-Savic che batte Silvestri.

concessi 4′ di recupero

85′, nel Verona esce Barak ed entra Salcedo; dentro Kalinic e  fuori Lasagna.

83′, altri due cambi negli ospiti: escono Akpa Akpro e Leiva ed entrano Escalante e Parolo.

75′, nella Lazio escono Fares e Luis Alberto ed entrano Pereira e Lulic. Nel Verona esce Zaccagni ed entra Bessa; dentro Ceccherini e fuori Dimarco.

72′, giallo a Luis Alberto nella Lazio per fallo su Lasagna.

68′, nella Lazio entra Muriqi ed esce Caicedo e nel Verona esce Veloso ed entra Ilic.

63′, pericoloso Immobile che entra in area sulla sinistra, fermato provvidenzialmente da Dawidowicz.

57′, permane l’equilibrio al Bentegodi ma la gara prosegue con buoni ritmi da entrambe le parti.

47′, assolo di Caicedo che dalla trequarti gialloblù dribbla e semina gli avversari (manata in faccia a Magnani), si presenta davanti a Silvestri e lo batte con un destro piazzato. L’arbitro Chiffi vede al VAR il fallo su Magnani e annulla il gol.

Secondo tempo

Terminano i primi 45′ al Bentegodi col risultato ad occhiali fra Verona e Lazio. Dopo 10/15 minuti di studio, la gara si accende ed i ritmi si alzano. E’ l’Hellas a tenere il pallino del gioco in mano. I gialloblù si mostrano più manovrieri ed in salute della Lazio, ma non riescono a pungere. Tuttavia è dei biancocelesti la prima occasione da gol della gara: palo di Immobile al 23′. Gli scaligeri non si scompongono e continuano ad attaccare andando a sfiorare la rete al 35′ con Faraoni che non riesce a deviare in porta un magnifico assist di Lazovic che a sua volta era stato servito splendidamente da Dimarco.

Fine primo tempo

43′, Hellas continua ad avere il pallino del gioco in mano, ma non riesce a creare altri pericoli oltre a quello non sfruttato a dovere al 35′ (combinazione Dimarco-Lazovic-Lasagna).

35′, vicinissimo al gol il Verona. Bellissimo filtrante di Dimarco per Lazovic sulla sinistra, palla sul secondo palo per Faraoni che non riesce a deporre in rete la sfera che sfila via, sfiorando il secondo palo.

30′, Hellas sempre più aggressivo degli ospiti. Gli scaligeri appaiono più brillanti fisicamente dei biancocelesti e quando accelerano mettono in apprensione la retroguardia laziale. D’altra parte però, grande attenzione quando spinge la Lazio, con Immobile e Caicedo che mettono paura.

23′, palo della Lazio con Immobile, servito da Caicedo. L’attaccante nr 17 biancoceleste, in diagonale, centra il legno alla destra di Silvestri.

22′, la gara s’accende ed i ritmi iniziano ad essere più alti. Il pressing e l’aggressività del Verona non consentono alla Lazio una manovra fluida. Al contrario i gialloblù quando si distendono, danno l’idea di poter far male agli ospiti, ma non riescono ancora ad andare al tiro.

15′, ritmi blandi al Bentegodi. Al momento succede poco o nulla. Prova a rompere l’equilibrio l’Hellas con un assolo di Zaccagni che si accentra, supera due avversari, scarica a sinistra per Lasagna, ma il traversone al centro del nr 92 viene intercettato dalla difesa ospite che spazza. 

9′, risponde l’Hellas con un’incursione di Zaccagni dalla sinistra, Marusic difende bene e si rifugia in corner.

6′, tiro di Caicedo (assist di Immobile) e respinta di Magnani.

VIA AL PRIMO TEMPO

Verona e Lazio in campo al Bentegodi per la 30^ giornata di Campionato. Nell’Hellas, Juric (in panchina Paro, per via della squalifica del mister a Cagliari) schiera nel pacchetto arretrato Dawidowicz, Magnani e Dimarco, con Gunter e Ceccherini (non al meglio) in panchina. A centrocampo, sorpresa Sturaro (preferito a Tameze) dal 1′, che si affianca a Veloso. Sugli esterni, Lazovic e Faraoni. Sulla trequarti, confermatissimi Barak e Zaccagni a sostegno della punta Lasagna (Kalinic pronto a subentrare). Nella Lazio, mister Inzaghi positivo al Covid-19 è stato sostituito dal suo vice Farris. I biancocelesti si schierano col 352 con il tandem d’attacco formato da Immobile e Caicedo. A centrocampo, occhio a Milinkovic-Savic, Leiva e Luis Alberto.

TABELLINO:

VERONA-LAZIO 0-1

MARCATORE: 90’+2′ Milinkovic-Savic

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Dimarco; Faraoni, Sturaro, Veloso, Lazović; Baràk, Zaccagni; Lasagna
A disposizione: Berardi, Pandur, Salcedo, Udogie, Ilić, Ceccherini, Rüegg, Günter, Kalinić, Bessa, Tamèze, Colley 
All.: Matteo Paro

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Akpa-Akpro, Milinković-Savić, Leiva, Luis Alberto, Fares; Caicedo, Immobile
A disposizione: Strakosha, Alia, Patric, Pereira, Armini, Hoedt, Parolo, Escalante, Lulic, Cataldi, Musacchio, Muriqi
All.: Massimiliano Farris

Arbitro: Daniele Chiffi (Sez. AIA Padova)
Assistenti: Marco Bresmes (Sez. AIA Bergamo), Giuseppe Perrotti (Sez. AIA Campobasso)