Basket di Mariobasket , 20/03/2021 19:40

Tezenis sesta vittoria di fila, sbanca Trapani 69-81

Phil Greene a Trapani (foto Pappalardo)

La Tezenis espugna il campo di Trapani sfoderando un'altra grande prestazione collettiva. La difesa dopo un primo quarto a tutta per i siciliani (34-25) e le rotazioni, con tutti i 9 giocatori di Ramagli che hanno messo punti a referto, hanno fatto la differenza in questo successo molto importante, che rafforza le ambizioni della Verona dei canestri. La Tezenis ha concesso 35 punti in 30 minuti a Trapani (uno in più di quelli subiti in tutto il primo quarto), con i granata che rispetto all'andata hanno potuto contare su Renzi e Nwohuocha, ma erano privi di Spizzichini. Ancora una volta Candussi dominante nel pitturato (20 punti con 7/8 da 2 ma anche 2/2 nelle triple), mentre Tomassini ne ha messi 18 con 5/7 dalla grande distanza. In ripresa Pini con 9 punti, identico bottino per Rosselli. La coppia Usa ha fatturato 16 punti, però non c'è stato bisogno di ripetere lo show di Capo d'Orlando, e comunque il contributo difensivo di Greene e Jones è stato prezioso. La Scaligera ha troneggiato anche a rimbalzo: 27-37.

Adesso la partita di mercoledì 24 contro Orzinuovi all'AGSM Forum (l'ultima giornata con Torino potrebbe essere posticipata) sarà decisiva per tenere a distanza i bresciani e lanciare la corsa alle top four del girone.

PRIMO QUARTO. Al Palaconad primo quarto vertiginoso per i siciliani che volano sul 34-25 con la Tezenis che concede 7/8 nelle triple nei primi 10' ai padroni di casa, trascinati da Andrea Renzi (un altro ex gialloblù). In doppia cifra anche Candussi, protagonista soprattutto nell'avvio della gara con quattro canestri di fila.

SECONDO QUARTO. La squadra di Ramagli rientra in partita nel secondo quarto tenendo i siciliani a soli 5 punti segnati, con un break 11-0 dilatato fino al 16-2 per il massimo vantaggio sul 36-41 a 2'37" dalla sirena con una tripla di Tomassini (12 punti per il capitano) e una palla recuperata di Jones per il contropiede solitario che costringe coach Parente a spendere il secondo time-out in meno di due minuti. Poi l'ex Palermo ed un libero di Corbett (top scorer, anche lui a quota 12) limano il gap: 39-41 all'intervallo.

TERZO QUARTO. I giganti gialloblù portano il vantaggio in doppia cifra nella ripresa con un parziale 12-0 marchiato da 7 punti di fila di Candussi che imperversa mettendo anche la tripla del +12 (51-63), salendo a quota 20 con 9/10 al tiro. I padroni di casa riducono con due giocate di Miller, aperta da una schiacciata devastante. In precedenza l'americano aveva deliziato il pubblico (la partita sarebbe a porte chiuse…) trasformando un alley-hoop propiziato da Corbett. 55-63 all'ultima pausa.

ULTIMO QUARTO. La gara non sfugge mai di controllo alla Tezenis che con i raddoppi sistematici guidati da Severini mette a lungo il bavaglio a Corbett che si risveglierà solo sui titoli di coda. A metà frazione Verona comanda 57-75. E' il massimo divario toccato dalla Scaligera, che apre l'ultimo quarto con un break 2-12 con una tripla di Janelidze, un gioco da 3 di Pini, un canestro ancora di Giga allo scadere del possesso, una penetrazione di Caroti ed un'altra giocata di Pini. Trapani piazza un mini controbreak 6-0 tutto con Corbett (top scorer con 23 punti), una tripla di Filippo Verde (che raggiunge i 1000 punti in maglia veronese) e di capitan Tom chiudono i conti. A un minuto e pochi secondi dalla sirena un time-out chiamato da Ramagli sul +12 dopo due canestri di Mollura suscita qualche mal di pancia siciliano, ma quello che conta sono i 2 punti e il 2-0 nel doppio confronto. Verona a 26 con 13-11 e Trapani ferma a quota 22.

 

 

Gallery