Altro di Redazione , 11/06/2021 9:10

"Ciclismo a Verona: 1880-2020” le storie dei veronesi che hanno corso tra i professionisti

Una cinquantina di ex professionisti veronesi è intervenuta all’hotel La Grotta di Nicola Dal Santo, a Verona, alla presentazione del libro “Ciclismo a Verona: 1880-2020” che racconta le storie dei veronesi che hanno corso tra i professionisti. Tra questi, i campioni del mondo Severino Andreoli, Pietro Guerra e Eros Poli (anche campione olimpico).

Scritto da Renzo Puliero, edito da Scripta Edizioni, 342 pagine, 390 foto in bianconero e 32 pagine a colori, è stato illustrato dal professor Giuseppe Degani che ha sottolineato come le “piccole e grandi storie di fatiche, sacrifici, speranze, gioie e delusioni, ma anche di inganni e tradimenti” vissute da oltre 140 atleti siano quelle che hanno poi aiutato a fare bene nella vita di tutti i giorni. Il ciclismo veronese ha avuto degni rappresentanti nell’anteguerra, in particolare con Giuseppe Pancera (2° al Giro e al Tour) e gli olimpionici De Martini e Menegazzi, e nel dopoguerra con atleti, solo per citarne alcuni, come Damiano Cunego, Nicola Minali, Massimo Strazzer, Adriano Zamboni e campioni nei velodromi come Sante Gaiardoni, Dino Verzini, Ezio Cardi, Giovanni Pettenella.

Dalle testimonianze, risalta la riconoscenza per le società di base che hanno allevato e educato tanti giovani. La serata si è conclusa con degustazione di champagne Borgogna bianco e rosa e Le Banchette Valpolicella classico di Fumane. Il libro è in vendita nelle librerie di Verona, sui portali Internet di vendita on line e al Comitato provinciale di Verona della Federciclismo.