Altro di Mario Poli , 31/03/2021 23:43

Viviani: Paura per la caduta, ma nessuna frattura

Elia Viviani

Tanto spavento, ma nessuna conseguenza seria per Elia Viviani, vittima di una caduta alla Dwars Door Vlaanderen che lo ha costretto al ritiro e ad essere accompagnato in ospedale a Renaix.

“Mi hanno sottoposto ad alcuni controlli - ha raccontato il campione olimpico a Tuttobiciweb -: raggi alla spalla sinistra e al fianco sinistro, ero preoccupato proprio per il bacino perché in quel punto avevo picchiato lo scorso anno cadendo in Australia. Poi mi hanno fatto un'ecografia all'addome perché avevo un ematoma piuttosto evidente e sono stati verificati gli organi interni. E ne abbiamo fatta una anche al ginocchio e oer finire anche una risonanza magnetica al ginocchio stesso prima di essere dimesso”.

“Insomma ho rimediato parecchie abrasioni sul lato sinistro del corpo, ma nessun’altra  conseguenza. Giovedì farò il punto con i medici della squadra, ma il piano al momento è quello di correre domenica la Roue Tourangelle e mercoledì la Scheldeprijs prima della pausa di preparazione in vista del Giro d'Italia” ha detto Viviani spiegando di “essere scivolato e mi dispiace perché ero pronto a far bene”.